Skip links

COSTRUIRE UN REPORTAGE IN ROMANIA

Percorsi nel Delta del Danubio - Da Ultima Frontiera a Sfantu George

Imparare la sintassi e la grammatica del reportage durante un'esperienza unica lungo un percorso selvaggio che unisce natura, cultura e tradizione nel est più autentico della Romania. Un itinerario per tutti gli amanti della fotografia di reportage e di viaggio.
Un viaggio per amanti della fotografia, del reportage e della natura.

DURATA: 8 giorni
NUMERO PARTECIPANTI: 7 o 12/14 PAX – GRUPPO MINIMO 6 PAX
PERIODO: 3-10 settembre / 10-17 settembre (È possibile iscriversi FINO A 20 gg. dalla data di partenza)
ALLOGGIO: Pensione Skua – Piccoli Hotel – Campeggio
TRASPORTI: SKUA Nature Van – Fuoristrada 4 x 4
PASTI: Cucina a disposizione nella struttura di accoglienza – Ristorantini – Picnic
DIFFICOLTÀ: Facile – supporto di docente e guide esperte del territorio, di natura e di fotografia
Head quarter SKUA: info@skuanature.com – +39 0141 918349
I viaggi saranno accompagnati esclusivamente da coordinatori SKUA

VEDI SEMPRE “VIAGGIARE SICURI”: http://www.viaggiaresicuri.it/
VISITE E VACCINI: In base alle normative sanitarie vigenti: https://www.viaggiavventurenelmondo.it/info/covid

Ultima Frontiera è l’ultimo confine tra Romania e Ucraina, separate solo dal Danubio che qui crea la più vasta zona umida d’Europa. Raggiungere Ultima Frontiera, un territorio vergine di oltre 1000 ettari, si può già considerare un’avventura. L’accesso alla riserva è infatti possibile solo attraverso un percorso fluviale di 85 km, dato che non esiste un collegamento stradale con la terraferma.

Ultima Frontiera, conosciuta dai fotografi internazionali perché ospita una grande varietà di uccelli migratori durante la primavera e l’estate, è un luogo perfetto per immergersi nella natura e provare nuove attività con gli amici o con la famiglia. Durante le escursioni nelle steppe con fuoristrada 4×4  e nei laghi interni incontreremo infatti una grande quantità di animali come aquile di mare, falchi cuculo e grandi gruppi di pellicani bianchi e ricci durante le escursioni in barca attraverso i laghi interni. Sarà possibile poi utilizzare i nostri speciali capanni per la fotografia naturalistica, dove sarà facile fotografare i voli delle maestose aquile di mare e gli sciacalli dorati che lottano per il cibo.

Vivremo esperienze indimenticabili tra borghi rurali ed inquietanti abitazioni abbandonate, esploreremo anche dune, foreste secolari e vaste steppe tinte di rosso vivo grazie alla presenza della salicornia, dove faremo un campeggio notturno ascoltando gli ululati degli sciacalli. Le immagini appena realizzate verranno esaminate e discusse quasi ogni giorno, nella moderna aula multimediale o grazie ai computer portatili. Gli studenti saranno costantemente assistiti e affiancati dal docente e dagli assistenti durante questo workshop esclusivo, entusiasmante e produttivo, che consentirà ai partecipanti di imparare e approfondire varie metodologie di ripresa e garantirà a tutti il risultato di spettacolari immagini.

Ci attende quindi una Romania incontaminata con i suoi paesaggi, la sua incredibile fauna, la sua gente e le sue tradizioni più antiche.

QUOTA BASE: 1.455€ (da Bucarest)
CASSA COMUNE: 190€

  • assistenza di personale esperto del settore naturalistico e fotografico
  • docente Masterclass
  • utilizzo di capanni professionali per la fotografia e l’osservazione naturalistica
  • tutti i trasferimenti via terra
  • pernottamenti
  • polizza infortuni
  • copertura assicurativa
  • tutte le attività previste nel redazionale
  • autisti, piloti e carburante necessario
  • attività programmate
  • Voli di andata e ritorno
  • supplemento per stanza singola
  • mance ed eventuali attività extra non descritte nel redazionale e nell’itinerario
  • vita di gruppo
  • avventura
  • fauna
  • reportage fotografico
  • Romania autentica
  • esperienza culturale
  • capanni fotografici professionali
  • docente e guide esperte
  • assistenza fotografica

L’itinerario può subire variazioni causa le condizioni meteorologiche e la presenza di animali nei luoghi che visiteremo. Ogni volta che il programma lo consentirà verranno tenute sessioni di visione critica delle immagini nell’aula didattica.

ITINERARIO IN BREVE

Italia – Bucarest – Tulcea – Ultima Frontiera – Periprava – C.A. Rosetti – Sfiştofca – Letea – Sulina – Sfantu Gheorge – Tulcea – Istria – Bucarest – Italia


Giorno 1 – Dall’aeroporto di Bucarest, transfer diretto al CH Hotel, dove ceneremo comodamente e ci prepareremo per iniziare questa avventura.

Giorno 2 – Durante questo percorso a Tulcea, in direzione di Ultima Frontiera, passeremo per Garlíciu (nella regione della Dobrogea) dove osserveremo una grande colonia di corvi cenerini e i simpatici cani della prateria, nascosti dai cumuli di terra dove hanno le loro tane. Lungo la strada attraverseremo diverse città rumene dove potremo osservare il loro stile di vita semplice e tradizionale, i carri trainati da cavalli e le bancarelle di frutta fresca che ci trasporteranno in un’epoca passata. Arriveremo a Tulcea, la porta del Delta del Danubio, dove ci imbarcheremo sul lungo canale che separa la Romania dall’Ucraina. Giungeremo nel pomeriggio ad Ultima Frontiera, dove potremo riposarci e bere un drink rinfrescante. Prima di cenare nello stesso lodge faremo una veloce escursione per vedere alcuni dei sentieri della riserva alle luci del tramonto. Lungo il percorso scopriremo la storia di Ultima Frontiera, un ex Gulag di cui rimangono ancora alcune strutture in rovina, oggi rifugio di molti animali selvatici. Prima di andare a dormire un incontro con il docente ci consentirà di mettere a punto la logistica, il programma, i vari tour fotografici e le tecniche con cui lavoreremo.

Giorno 3 – Ad Ultima Frontiera avremo l’opportunità di entrare in alcuni capanni fotografici, dove potremo osservare e fotografare gli animali da vicino senza essere visti. Al mattino entreremo nel capanno dello sciacallo dorato e dell’aquila di mare, dove forse vedremo interagire questi due grandi protagonisti del Delta del Danubio. Al pomeriggio guideremo i nostri buggy o auto elettriche attraverso la riserva per visitare altri tipi di capanni, strutture galleggianti situate sulle rive delle lagune e delle zone umide. Qui sarà possibile vedere pellicani, aironi, martin pescatori e trampolieri.

Giorno 4 – La riserva di Ultima Frontiera comprende più di 1000 ettari di natura selvaggia con sentieri e strade sterrate ma facilmente percorribili. Al mattino, dopo aver provato in capanni fotografici a immortalare i chiassosi gruccioni in volo e i curiosi basettini tra i canneti, parteciperemo ad un’escursione in fuoristrada per conoscere meglio le piste della riserva. Dopo pranzo, andremo a visitare Periprava, il piccolo villaggio raggiungibile in fuoristrada dal nostro alloggio. Termineremo la giornata con lo spettacolare tramonto con le sue luci riflesse nell’acqua, una discussione fotografica e la visione critica delle immagini.

Giorno 5 – In mattinata partiremo per un’escursione in barca attraverso i laghi interni del Danubio, dove si nasconde la grande biodiversità del delta. Osserveremo aironi cenerini, pellicani ricci, svassi collorosso e molti altri acquatici e trampolieri. La barca attraccherà accanto al paese di Letea, dove ci attende un pranzo tipico. Con un fuoristrada attraverseremo le steppe più selvagge del Delta del Danubio, visitando altri suoi centri rurali: C.A. Rosetti e Sfiştofca. Passeggeremo per le strade deserte entrando nelle case abbandonate, e scoprendo scenari che ci riporteranno indietro nel tempo. A metà del pomeriggio, esploreremo la foresta di Letea, la più antica della Romania, dove il Mar Nero arrivava 6000 anni fa. Potremo scoprire le sue querce centenarie, vecchie di oltre 700 anni, e visitare la vasta distesa di dune che costituiscono la foresta subtropicale più settentrionale del mondo. Con le luci del tramonto continueremo ad esplorare le steppe per vedere gli ultimi esemplari di pernice di mare e di giovani falchi cuculo di questa stagione. Cercheremo anche i grandi gruppi di cavalli selvaggi di Letea, una delle cinque popolazioni europee di cavalli che sopravvivono ancora allo stato brado e indomito vagando liberi nelle steppe. Infine arriveremo al nostro accampamento con tende allestite attorno ad un falò centrale e dormiremo su questa terra resa rossa dalla presenza della salicornia. Mangeremo e dormiremo sotto uno spettacolare cielo stellato ascoltando gli ululati d’addio degli sciacalli, e osserveremo le immagini scattate nella giornata, commentando il nostro lavoro durante questa magica notte ad Ultima Frontiera.

Giorno 6 – Dopo aver fatto presto colazione nei pressi di Letea, saliremo sulla barca per iniziare il nostro ritorno verso Sulina, il braccio centrale del Delta del Danubio. Navigheremo nella Baia di Musura, alla ricerca della colonia di gabbiani di Pallas e fotografando i paesaggi e i pescatori che si appostano nell’intrico dei canali. La barca ci porterà poi a Sfantu Gheorge. Pernotteremo nelle capanne dei pescatori, dove potremo goderci una lunga notte di silenzio e calma, discutendo di fotografia sul braccio più settentrionale del Danubio.

Giorno 7 – In mattinata raggiungeremo via fiume la città di Tulcea. Da lì proseguiremo in van per Istria, dove potremo esplorare la parte meridionale di quest’area. Istria era una città romana come testimoniano i resti dell’antica cittadella e l’antica fortezza che proteggeva la città. Dopo un pranzo al sacco continueremo a scattare immagini per strutturare al meglio il nostro reportage fotografico e in serata torneremo al CH Hotel di Bucarest, dove riposeremo dopo questo lungo trasferimento.

Giorno 8 – La mattina successiva, tempo permettendo, visiteremo alcune famose strade del centro di Bucarest, come Pasajul Victoria, Macca Vilacrosse e Curtea Veche, per raccogliere immagini contrastanti e completare il nostro lavoro. Più tardi, all’aeroporto, ci saluteremo fino alla nostra prossima avventura insieme.

Hide – Capanni fotografici professionali
Gli hide, o capanni fotografici, sono speciali strutture per l’osservazione degli animali perfettamente integrate nell’ambiente circostante, e possono ospitare comodamente da 1 a 6 persone a seconda della grandezza. Sono situati in punti strategici per aumentare la possibilità di osservare gli animali a brevissima distanza e garantire agli occupanti discreta comodità e le migliori condizioni fotografiche possibili. Esistono hide di diversi materiali, forme e caratteristiche ma tutti hanno lo scopo di avvicinare la fauna selvatica senza recare alcun disturbo e ridurre al minimo l’impatto col territorio. In queste strutture gli animali non vengono mai a contatto con gli osservatori e i fotografi: i visitatori rimangono nascosti dietro a speciali vetrate o a reti mimetiche. In questo modo gli animali non si abituano alla presenza dell’uomo e non modificano i loro comportamenti naturali. Viene così rispettata la natura selvatica degli animali che possono così continuare a frequentare le loro zone abituali in totale tranquillità.

Masterclass
I viaggi contraddistinti dal simbolo Masterclass sono concepiti per coniugare l’esperienza dei docenti con le caratteristiche specifiche dei diversi ambienti ospitanti. L’assoluta originalità delle formule di insegnamento permette agli insegnanti di trasferire facilmente e rapidamente le proprie tecniche e la propria professionalità ai partecipanti e di trasformare viaggi spettacolari in occasioni di apprendimento e crescita. Chi partecipa a questi Masterclass potrà imparare o perfezionare la tecnica fotografica grazie all’ampia offerta di spettacolari location e alle sessioni di visione critica delle immagini tenute nelle aule didattiche. I viaggi didattici Masterclass in Spagna, Lettonia, Romania, Norvegia, nei magnifici spazi italiani all’interno del Parco Naturale della Mandria e in varie altre sedi del mondo sono sempre seguiti da una guida esperta e da un docente che consente ai partecipanti di approfondire le competenze fotografiche sfruttando e apprezzando contemporaneamente le risorse e le caratteristiche di questi meravigliosi paesi.

  • Computer portatile con alimentatore e programmi per la visione e la post produzione delle immagini scattate durante il workshop.
  • Lettore USB di schede di memoria, compatibile con lo standard delle schede utilizzate dalla propria macchina fotografica.
  • Obiettivi fotografici: per chi è interessato specialmente alla fotografia naturalistica, sono consigliate focali di almeno 200/300 mm. o duplicatori utili allo scopo. Altre ottiche sono consigliate per fotografare persone e ambiente.
  • Filtro Polarizzatore
  • Treppiede + scatto flessibile e/o telecomando
  • Abbigliamento consono alle temperature locali stagionali
  • Torcia elettrica frontale a led
  • Multipresa elettrica per ricaricare più accessori contemporaneamente
  • Binocolo
  • L’aula sarà dotata di monitor Eizo calibrati colorimetricamente, a cui è possibile collegare il proprio laptop per ottenere una visione perfetta ed equilibrata delle immagini e grandi schermi digitali Philips per la visualizzazione collettiva di immagini e contenuti.
  • Verificare documenti richiesti in base alla situazione sanitaria del momento in Italia e nel paese ospitante.
  • In caso di prenotazione autonoma dei voli, data la situazione sanitaria si consiglia di scegliere biglietti che comprendano il rimborso in caso di cancellazione o cambio di itinerario.